articoli (forum) modulistica lavora con noi partners
Il primo ed unico portale per i finanziamenti a fondo perduto ed agevolati
home chi siamo bandi servizi f.a.q. suggerimenti contatti

forum

articoli di attualità sul mondo dei finanziamenti

articoli:
» LA SABATINI TER: FINANZIAMENTI IN BENI STRUMENTALI
» INCENTIVI FINALIZZATI ALL’INCREMENTO DELL’OCCUPAZIONE ATTRAVERSO IL SOSTEGNO ALLA RICERCA REGIONE MARCHE
» INCENTIVI FINALIZZATI ALL’INCREMENTO DELL’OCCUPAZIONE ATTRAVERSO ALLA CREAZIONE E SVILUPPO DI NUOVE UNITA’ PRODUTTIVE REGIONE MARCHE
» "PRESTITO D'ONORE" REGIONE MARCHE
» FINANZIAMENTI NAZIONALI PER LE IMPRESE 2017
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI BED&BREAKFAST E AFFITTACAMERE
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UN’ATTIVITA’ IN FRANCHISING
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UN’ATTIVITA’ IN FORMA SOCIETARIA
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UN’ATTIVITA’ INDIVIDUALE
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UN BAR
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UN RISTORANTE
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UNA GELATERIA
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UNA LAVANDERIA SELF- SERVICE
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UNA PIZZERIA
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UNA SPA O CENTRO BENESSERE
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UNA PALESTRA
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE E-COMMERCE
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UN NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UN ASILO - NIDO
» FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER AVVIARE UN ASSOCIAZIONE CULTURALE
» FONDO DI GARANZIA PER LE PMI: FINANZIAMENTI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
» BANDO INAIL: INCENTIVI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E DI SICUREZZA SUL LAVORO
» INCENTIVI PER L'IMPRENDITORIA FEMMINILE
» NUOVA AUTOIMPRENDITORIALITA’ – IMPRESE A TASSO ZERO
» SMART & START – SOSTEGNO ALLE START UP INNOVATIVE
» SELFIEMPLOYMENT – SOSTEGNO ALLA GENERAZIONE NEET E PROGRAMMA “GARANZIA GIOVANI”

FINANZIAMENTI ED INCENTIVI PER APRIRE UNA PIZZERIA

NORMATIVA ITALIANA SULLE PIZZERIE

Per pubblico esercizio s'intende un'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande da consumarsi sul posto, nei locali dell'esercizio o in area aperta al pubblico. L'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande è regolamentata in ambito nazionale dalla Legge 25 agosto 1991 n. 287. Per l'apertura di nuove attività non è più previsto alcun limite numerico o di distanza fra esercizi. Affianco alla normativa nazionale, vi sono quelle regionali e comunali. Dal decreto Bersani per la liberalizzazione del commercio, introdotto nel 1998, le Regioni e i Comuni hanno avviato l’adeguamento dei propri regolamenti e direttive; è necessario tenere presente e consultare i singoli regolamenti in materia di pubblici esercizi emanati dal Comune dove si vuole aprire la nuova attività.

 

COME APRIRE UNA PIZZERIA

Per l'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande è necessaria l'autorizzazione rilasciata dal Comune nel cui territorio in cui è ubicato l'esercizio. Alla richiesta di autorizzazione comunale deve essere allegata la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), ai sensi dell'art. 19 della Legge 241/90, nei casi previsti. La domanda per l'apertura, il trasferimento e l'ampliamento va presentata allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune di appartenenza.

Prima di avviare una pizzeria è necessario avere oltre all’autorizzazione comunale, l’iscrizione al REC e l’autorizzazione sanitaria. Il SUAP gestisce in forma esclusivamente telematica i procedimenti unici relativi all’avvio ed esercizio dell’attività di impresa. I Comuni determinano le procedure e stabiliscono il termine, comunque non superiore a 60 giorni, entro cui le domande devono ritenersi accolte. L'attività deve essere esercitata nel rispetto delle norme in materia di edilizia, urbanistica ed igienico sanitaria, sicurezza e prevenzione incendi e sorvegliabilità dei locali.

A partire dal 1/04/2010, a seguito della Legge 40/2007 che ha introdotto la semplificazione per le procedure di avvio delle imprese, tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l'iscrizione al Registro delle Imprese (INPS, INAIL, Agenzia dell'Entrata, etc..), possono essere assolti attraverso la Comunicazione Unica (ComUnica). La stessa, permette di effettuare in un'unica operazione tutte le formalità necessarie la costituzione d’impresa. 

 

REQUISITI PER LO SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’

L'apertura di un'attività commerciale è subordinata al possesso dei requisiti soggettivi (morali e professionali) previsti dall'art. 71 del Decreto Legislativo 26 Marzo 210, n. 59/2010. Per quanto riguarda i requisiti professionali, sono previsti i seguenti casi:

- aver esercitato 2 anni negli ultimi 5 in qualità di titolare, socio, dipendente qualificato o collaboratore in analoga attività;

 - possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o titoli di studio attinenti;

 - avere frequentato un corso professionale per la somministrazione di alimenti e bevande, istituito o riconosciuto dalla Regione;

 - essere stato iscritto al REC (Registro Esercenti il Commercio di cui alla Legge 11 giugno 1971, n. 426 (Disciplina del commercio), per attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande o alla sezione speciale del medesimo registro per la gestione di impresa turistica (salvo cancellazione dal medesimo).

E’ obbligatorio al fine di essere abilitati all’attività di somministrazione al pubblico, possedere l’attestato SAB e HCCP. Il primo è l’attestato per la somministrazione degli alimenti e bevande, il secondo assicura una corretta panoramica sulle normative e sulle sanzioni che regolamentano il settore alimentare, fornisce le linee guida per i corretti comportamenti e procedure atte a garantire un’adeguata igiene alimentare. L’aggiornamento è obbligatorio: va ripetuto ogni 3 anni dalla data dell’ultimo corso seguito. Alla fine del corso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione. I due attestati si ottengono tramite corsi.

 

FINANZIAMENTO O INCENTIVI PIZZERIE

Per le seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia sono previsti per l’anno corrente dei finanziamenti ed incentivi per l’apertura di nuove pizzerie per ottenere contributi a fondo perduto per il 50% del finanziamento richiesto ed il rimanente 50% da restituire a tasso agevolato.

Per tutti coloro che sono o che non sono residenti in queste regioni è possibile accedere ai finanziamenti agevolati tramite la Sabatini bis.

Non si esclude inoltre la possibilità che possano esistere altri finanziamenti o incentivi per la propria regione.

 

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI

Hai idea di aprire la tua attività?

Vuoi sapere qual è la migliore soluzione per te?

Hai bisogno di una consulenza fiscale, societaria e aziendale per la tua attività?

Vuoi sapere se esistono dei finanziamenti a fondo perduto per la tua Regione o per la tua attività?

Hai bisogno di persone che siano capaci di consigliare, redigere e presentare il bando di finanziamento?

Per qualsiasi informazione contattare lo staff di www.contributiafondoperduto.it, Sito specializzato in finanza agevolata.

 

 Dott. Paci Pierluigi

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO , VIA G.GABRIELLI 105, 61032 FANO (PU) | TEL. +39 0721 580431 | EMAIL info@contributiafondoperduto.it

© 2017 by www.contributiafondoperduto.it All rights reserved